Quando andare a Bali: il periodo migliore


Quando andare a Bali


Pubblicato da Simone Bortignon il 28 Agosto 2013

Quando andare a Bali Pura Ulun Danu Bratan, Bali | Altre foto? Clicca qui


Vuoi sapere qual è il periodo migliore per scoprire la meravigliosa isola di Bali e trascorrere così un soggiorno indimenticabile? Desideri avere informazioni utili ed approfondite su quando andare a Bali in base al clima e alle tue singole passioni? Bene, sei atterrato sulla pagina giusta. Bali è una delle destinazioni turistiche più famose e apprezzate dell'intera Indonesia e ogni anno le sue bellezze paesaggistiche, culturali e storiche attirano oltre tre milioni di visitatori da tutto il mondo. Naturalmente, ogni visitatore ha dei bisogni diversi da soddisfare per cui in questa guida ho deciso di concentrarmi sui quattro aspetti che possono incidere in maniera importante sulla scelta del nostro periodo migliore: il clima, l'afflusso turistico, gli interessi e la disponibilità economica. Oltre alle informazioni su questi quattro aspetti, troverai tanti pratici consigli e curiosità per aiutarti a vivere al meglio il tuo viaggio a Bali. Sei pronto? Iniziamo!



L'isola di Bali, chiamata anche l'Ibiza d'Oriente, appartiene all'arcipelago indonesiano delle piccole Isole della Sonda ed è situata tra gli 8 gradi ed i 9 gradi a sud dell'Equatore. Il suo clima è quindi di tipo tropicale, caldo durante tutto l'arco dell'anno. Le temperature medie annuali di Bali sono costanti ed oscillano tra i 26°C ed i 29°C. Le uniche variazioni sostanziali si hanno in alta quota, dove le temperature medie possono scendere fino ai 18°C. Di notte sarà quindi necessario indossare un maglioncino o una felpa per proteggersi dalle fresche correnti d'aria. I grandi rilievi vulcanici e le alte montagne si trovano soprattutto lungo la fascia centrale dell'isola e il monte più alto di Bali è il Monte Agung, che svetta maestoso nel cielo con i suoi 3.142 metri. Tutte le giornate dell'anno hanno circa 12 ore di sole e offrono temperature, come abbiamo visto, abbastanza costanti. L'aspetto climatico che invece dobbiamo considerare maggiormente durante la scelta del periodo migliore per andare a Bali, riguarda le precipitazioni. A differenza della vicina Lombok, l'isola di Bali riceve un buon quantitativo di piogge ogni anno, dovuto all'azione dei monsoni. Questi venti caldi e ciclici influenzano profondamente il clima di Bali, dando origine a due distinte stagioni:

1) la stagione umida (da ottobre ad aprile)

2) la stagione secca (da maggio a settembre)

 

1. LA STAGIONE UMIDA

La stagione umida inizia nel mese di ottobre con timidi e sporadici acquazzoni. Durante questo mese di transizione, che registra mediamente una quantità di pioggia di appena 90 mm, è ancora possibile trovare giornate soleggiate e decisamente godibili. Inoltre, molte strutture ricettive di Bali e numerose agenzie viaggi online come Expedia, Venere e ViaggioGratis offrono dei prezzi davvero interessanti.


quando andare a kuta Kuta Karnival, Bali | Photo Credit: Villa-bali.com

Se scegliete di andare a Bali durante questo mese, vi suggerisco di non perdervi il Kuta Karnival, una "celebrazione alla vita" che si svolge a Kuta con feste gastronomiche, musica, proiezioni di film, gare d'aquiloni, spettacoli sulla spiaggia e tante divertenti attività per bambini. Dal mese di novembre invece il tasso d'umidità aumenta notevolmente ed i monsoni iniziano a spirare sull'isola, portando abbondanti piogge. I mesi più piovosi sono dicembre, gennaio e febbraio. Il picco di precipitazioni si raggiunge in gennaio con una caduta media di ben 340 mm di pioggia. I temporali sono frequenti, improvvisi e normalmente di breve durata (massimo un'ora). Sono infatti rari i casi in cui i temporali durano giornate intere. Tuttavia, quando ciò si verifica, la zona meridionale può diventare teatro di straripamenti dei corsi d'acqua e di allagamenti delle strade. Questi fenomeni, naturalmente passeggeri, sono dovuti alla particolare conformazione orografica di Bali, dove le acque provenienti dalle montagne centrali si riversano sulle pianure alluvionali della zona meridionale.

Per gli amanti della tintarella e per gli appassionati degli sport acquatici questo periodo non è certamente un periodo adatto per andare a Bali. Può però essere adatto a chi desidera scoprire la cultura e l'arte balinese oppure a chi cerca un rifugio di relax e di pace, lontano dalla frenesia turistica. Le piogge sono brevi e cadono soprattutto nel tardo pomeriggio o in nottata per cui non disturbano affatto escursioni mattutine e visite programmate. Personalmente ho trovato rilassante ascoltare di notte lo scrosciare della pioggia torrenziale e abbandonarmi a quella piacevole percezione di fresco e magia che lasciava nell'aria.

Detto questo, il periodo più richiesto dal turismo per andare a Bali durante la stagione umida, è sicuramente quello di Natale e di Capodanno. I ristoranti e i pub si vestono a festa, le strade e le spiagge si colorano e non esiste pioggia tanto forte che possa fermare lo spirito di gioia e di allegria che aleggia su Bali. Sono molti i turisti ed i viaggiatori (soprattutto australiani e indonesiani) che popolano le rive del mare per festeggiare la notte di Capodanno, tra gustose cene a base di pesce fresco, affascinanti spettacoli d'intrattenimento e meravigliosi fuochi d'artificio. Se volete trascorrere il Natale e il Capodanno a Bali, vi consiglio di prenotare l'alloggio e il volo con largo anticipo in modo da trovare posto ed ottenere tariffe economiche. Per vedere costi e disponibilità dei voli, potete usare il pratico motore di ricerca Skyscanner. A partire dalla metà di marzo il tasso d'umidità e le precipitazioni diminuiscono drasticamente tanto da regalare delle bellissime giornate continue di sole, con temperature minime di 25°C e massime di 30°C.


Marzo è anche il mese durante il quale si svolge il Nyepi, il silenzioso capodanno balinese. Al contrario della tradizione occidentale, il capodanno, dopo essere stato inaugurato da una festosa processione religiosa chiamata Ogoh - Ogoh, viene celebrato in un clima di assoluto silenzio, digiuno e meditazione, dalle 6:00am alle 6:00am del giorno dopo. L'obiettivo è quello di far credere agli spiriti maligni che l'isola sia disabitata e quindi di lasciarla in pace per un altro anno. Durante il Nyepi, ogni luce è spenta e ogni attività lavorativa e forma di spostamento è vietata. A guardia di ciò c'è la Pecalang, la polizia del Nyepi. Il giorno dopo c'è la Ngembak Geni, la giornata in cui le famiglie e gli amici si riuniscono per chiedersi perdono l'un l'altro. Il calcolo delle date del Nyepi si basa sul calendario saka per cui la celebrazione cade ogni anno in giorni diversi. Ecco alcune date del Nyepi: 21 marzo 2015, 9 marzo 2016, 28 marzo 2017 e 17 marzo 2018. Con l'arrivo di aprile, la stagione delle piogge giunge al termine. In questo mese, la media di precipitazioni piovose è pari a quella di ottobre (cioè di appena 90 mm) e la maggior parte delle giornate sono soleggiate e piuttosto calde.



2. LA STAGIONE SECCA

La stagione secca, chiamata dalla gente locale col nome di stagione estiva, inizia ufficialmente nel mese di maggio. I primi due mesi della stagione, maggio e giugno, sono caratterizzati da un clima abbastanza caldo e da basse probabilità di pioggia, soprattutto nelle zone costiere. Favoriti anche dai prezzi economici di bassa stagione, questi sono i mesi ideali per coloro che desiderano godersi le splendide spiagge di Bali, con un occhio di riguardo al portafogli.


Periodo migliore per andare a Bali Samabe Bali Suites & Villas a Nusa Dua, Bali

In quale spiaggia andare? Eccoti dei pratici consigli: se ami fare snorkeling o diving ti consiglio le zone di Amed, Padang Bai, Tulamben, Lovina e Kalibukbuk; mentre se cerchi spiagge per la tintarella o per il surf la scelta migliore è Kuta (vedi foto), Canggu, Jimbaran e Padang Padang Beach. Se desideri lusso e comfort in resort a cinque stelle con vista mare ti consiglio sicuramente Nusa Dua; se invece cerchi shopping, vita notturna e ristoranti sulla spiaggia meglio Seminyak e Legian. Per conoscere i prezzi degli hotel e dei resort in queste località puoi fare una comoda ricerca sui siti di Booking o Expedia, mentre per gli ostelli su Hostelworld o Hostelbookers. Inoltre, su TripAdvisor, nella sezione “Vacation Rentals in Bali” è possibile affittare splendide ville con piscina a prezzi davvero incredibili; per qualsiasi domanda puoi inviare una email direttamente al proprietario. In luglio il clima tende a farsi relativamente più fresco e piacevole e Bali viene invasa dalla prima ondata di turisti, provienienti soprattutto dall'Europa, dall'Indonesia e dal Giappone. Inizia così il periodo di alta stagione, con tariffe più elevate per voli e alloggi e difficoltà negli spostamenti a causa del traffico stradale. A mio avviso, il mese migliore per andare a Bali è agosto, in quanto è il mese con il clima più fresco, asciutto e piacevole di tutto l'anno e le precipitazioni piovose sono ridotte al minimo (solo 20 mm).


Periodo migliore per Bali Spiaggia di Kuta in Agosto | Altre foto? Clicca qui

Sulle coste, spesso non affollate, è sempre presente una piacevole brezza marina che accarezza la pelle e le temperature minime sono comprese tra 22°C e 24°C, mentre le massime tra 31°C e 32°C. Se desideri partecipare a feste popolari e cerimonie religiose, ogni mese è quello giusto. Bali, infatti, è anche chiamata "L'isola degli dei" e le innumerevoli feste e celebrazioni legate agli dei sono calcolate seguendo il calendario balinese, un calendario di 210 giorni e 10 settimane. Siccome gli eventi cadono ogni anno in giorni diversi rispetto al nostro calendario gregoriano, ti potrà essere utile sapere che a Bali c'è un periodico quattordicinale (cioè con uscita ogni due settimane), specializzato nell'informazione turistica e nella promozione culturale locale. Il suo nome è Bali Travel News ed esiste sia in formato cartaceo che in formato elettronico.

Tra gli eventi più importanti di Bali, oltre alla Nyepi Ceremony, c'è il Galungan Festival (in cui si celebra la discesa degli spiriti degli antenati sulla Terra), la Kuningan Ceremony (a chiusura del Galungan, per celebrare la vittoria del bene sul male, mentre gli spiriti ritornano in cielo), il Saraswati (in cui si onora Dewi Saraswati, la bella dea della conoscenza, dell'arte e della letteratura) e il Pagerwesi (giornata di preghiera per rafforzare la mente e lo spirito contro le forze del male). Dai primi di settembre, l'imminente fine delle vacanze estive europee e giapponesi richiama molti turisti alle loro case. Le tariffe degli hotel e i prezzi dei voli si abbassano, mentre le temperature medie tendono lentamente ad aumentare. Settembre rappresenta un ottimo mese per andare a Bali, sia dal punto di vista climatico che economico.



Ti è piaciuta questa guida?


Quando andare a Bali

Vuoi ricevere gratis il PDF di questa guida ed essere aggiornato sulle migliori offerte per BALI?

Inserisci qui sotto il tuo nome e il tuo indirizzo email.